Cosa Vedere a Tortolì

Tortolì è situata al centro della costa orientale della Sardegna, nel territorio dell’ Ogiastra. Con il suo sviluppo nel settore turistico negli ultimi anni, la cittadina, che conta circa 12.000 abitanti, si appresta a diventare una delle località più importanti del turismo sardo.

Un impulso importante allo sviluppo di questo settore si è avuto con la costruzione del porto della città. Si crede che il nome Tortolì derivi da “Ilio , perché fondata da troiani in fuga, mentre molti pensano che il nome significhi soltanto paese delle tortore.

tortoli

Il paese può vantare origini piuttosto antiche, poiché sono presenti alcuni ritrovamenti risalenti al 3000 a.C. Tra l’altro, nelle vicinanze del centro storico esistono anche numerosi e interessanti siti archeologici: si possono ammirare delle domus de janas, risalenti a un periodo compreso fra il 2700 e il 1800 a.C., scavate nella roccia e di forma circolare, comunicanti l’un l’altra tramite entrate quadrangolari; nella medesima zona, nei dintorni della località Monte Terli e vicino alla località S’Ortali e Su Monti, possono essere ammirati i resti di un nuraghe, due menhir e una “tomba dei giganti”. Inoltre, è possibile visitare nelle vicinanze anche i resti di un villaggio romano.

Il territorio è considerato oggi capitale dell’ Ogliastra, si estende in un’area molto suggestiva, caratterizzato dalle scogliere delle coste scolpite in porfido rosso e da numerose spiagge costituite da sabbia candida e finissima, fra cui spicca su tutte quella del Lido di Orrì, con le sue acque cristalline. Relativamente a questa spiaggia è possibile leggere questa recensione sul sito Migliorispiagge.com.

Nella zona è possibile visitare numerosi lidi, quali quelli della Spiaggia e della Marina di Santa Maria Navarrese, nonché la piccola spiaggia di Cala Goloritzè; inoltre, procedendo a sud di Arbatax, che col suo porticciolo turistico di recente costruzione ha sicuramente dato un altro impulso per la crescita del turismo,si trova il Capo Bellavista, la già citata spiaggia di Orrì e la Punta Frailis.

Da menzionare sono anche le due Torri che sorgono lungo la costa, utilizzate in passato per la difesa degli abitanti della zona dalle scorrerie dei pirati ed edificate dagli spagnoli: sono la Torre Spagnola e la Torre di San Gemiliano.