Come Riordinare la Libreria

Un problema molto comune, per tutti coloro che dispongono di una sostanziosa quantità di libri, è quello di sistemarli in modo logico e ordinato, al fine di riuscire a usufruirne con facilità, e allo stesso tempo di ottimizzare gli spazi: non tutti infatti hanno la possibilità di dedicare, nella propria casa, una stanza alla disposizione dei libri. Questa guida fornirà semplici consigli al fine di risolvere questo problema.

Un utile consiglio preliminare, prima di cominciare a disporre i libri, è sicuramente quello di cercare di guadagnare il maggior spazio possibile: librerie, scaffali, mensole e tutto ciò che si possa prestare alla disposizione dei libri: i libri infatti si possono disporre anche su mobili non specificatamente pensati per questo fine, come ad esempio il lato esposto di una scala a vista, nella quale la ringhiera lasci aperti degli spazi.

libri

Un valido sistema per riordinare la libreria è quello di disporre i libri suddividendoli per editore. I libri appartenenti alla stessa casa editrice hanno molto spesso lo stesso formato; ciò permette di sfruttare meglio lo spazio a disposizione in quanto formati diversi, posti vicino, creano inevitabili buchi nella libreria, cioè spazio non utilizzato. L’impatto visivo risulta inoltre particolarmente gratificante e razionale.

Se disponete di scaffali particolarmente alti è utile ricordare di evitare di disporre tutti i libri in verticale; è preferibile invece procedere a blocchi, intervallando la successione con sezioni di libri disposti orizzontalmente l’uno sopra l’altro. Tale disposizione vi permetterà di sfruttare meglio lo spazio in altezza, che invece, nel caso di scaffalature alte riempite con libri posti tutti verticalmente, viene sprecato.

I libri riposti per editore fanno guadagnare spazio ma sono più difficilmente rintracciabili; di norma infatti, quando si cerca un libro, non ci si ricorda in quale edizione sia stato pubblicato, ma si ricerca il titolo o l’autore. Proprio per questo motivo è importante che, nell’ambito di ciascuna casa editrice, i libri vengano disposti seguendo l’ordine alfabetico del titolo, o meglio ancora dell’autore (esistono più libri dello stesso autore che libri con lo stesso titolo!).

Ultimo consiglio, predisporre spazi dedicati ai libri dalle caratteristiche particolari: volumi e tomi costituenti una collana (da riporre ovviamente assieme);libri d’arte, di norma voluminosi e pesanti, aventi bisogno di sostegni robusti e spaziosi;libri antichi, per i quali è necessario un occhio di riguardo in più perchè più fragili.