Come Raccogliere e Conservare Conchiglie

La conchiglia è una costruzione in carbonato di calcio che protegge alcune famiglie di invertebrati. Ti piace raccogliere e conservare le conchiglie? Vorresti che il tempo non le rovinasse? Leggi la guida, per te numerosi consigli e dettagliate spiegazioni per conservare al meglio la tua collezione.

Mettetele nell’acqua fredda, che porterete fino a circa 80 gradi (ci vorrà circa un quarto d’ora) poi lasciatele raffreddare; sarà sufficiente raccogliere l’animale morto dalle conchiglie con uno stecchino, con una forcina o un altro aggeggio del genere. Se disponete di un congelatore, collocatevi i molluschi bene imballati e lasciateli qualche giorno; il freddo intenso decompone i tessuti, li ammorbidisce, potrete cosi estrarre ogni particella dalle conchiglie e pulirle molto bene.

Questo sistema va benissimo specialmente per quelle conchigliette piccole come chicchi di caffè che ha un apertura veramente minuscola. Consiglio Utile: mai usare l’acido formico, come alcuni raccomandano per conservare i vostri esemplari, perchè tale prodotto si scompone e sviluppa delle sostanze che corrodono le conchiglie.

Una volta ripulito l’interno delle conchiglie occupatevi dell’esterno. Alcune sono ricoperte di una crosta di muschio o alghe o di sabbia (specialmente quelle minuscole conchigliette a forma di cornetto). Altre sono state scolorite dagli agenti marini ed atmosferici. Qui vale solo la pazienza, aggiunta a un tocco leggero di mano, nonchè un pezzo di sapone ed un vecchio spazzolino da denti; non fidatevi dei prodotti chimici che potrebbero distruggere certi bellissimi e delicati colori iridati.

Alcune conchiglie, asciugandosi, assumono un colore neutro, un aspetto polveroso e secco.Potrete riavviarne i colori passandole con un batuffolo di cotone imbevuto d’olio per macchine.