Come Apparecchiare una Tavola

Se hai invitato ospiti a pranzo o a cena e nutri qualche dubbio in materia di galateo della tavola, ecco per te, in pochi passi, le regole da non dimenticare per imbandire una magnifica tavola e per evitare cadute di stile.

L’occorrente
Una tovaglia pulita
Piatti
Posate
Bicchieri da vino e da acqua
Tovaglioli

I tempi
15 minuti

La tovaglia giusta
Nelle occasioni importanti, la tradizionale tovaglia bianca è da preferire: si può abbinare facilmente a qualsiasi tipo di piatti e fa risaltare l’argenteria o le decorazioni. Ricorda che la tovaglia bianca non va usata per pranzi all’aperto, perché con la luce del sole il bianco può dare spiacevoli effetti di abbagliamento agli occhi. In questi casi opta per i colori pastello. Se poi il pranzo è rustico, puoi usare una tovaglia con fantasie floreali, a righe o a quadretti e comunque in tono rispetto all’ambiente e al grado di formalità dell’invito. Non utilizzare tovaglie troppo lunghe per i pranzi seduti: costringeresti gli ospiti a fare massima attenzione per non impigliarsi nell’orlo. La caduta dovrà essere di circa 30 cm. La tovaglia con caduta a terra potrà invece essere utilizzata per i buffet: non essendo infatti il tavolo da buffet circondato da sedie, gli eventuali ricami, i pizzi e le altre decorazioni risalteranno meglio.

Le posizioni di base
Dopo avere scelto la tovaglia adatta all’occasione, accertati che sia priva di macchie e stendila sulla tavola evitando che si formino pieghe. A questo punto dovrai fare molta attenzione a come posizionare esattamente tutte le stoviglie.
Nei pasti di tutti i giorni, per ogni commensale si posizionerà alla destra del piatto piano il coltello da tavola, con la lama rivolta verso l’interno, alla sinistra la forchetta con le punte verso l’alto.
Se servi una minestra, aggiungi il piatto fondo appoggiandolo su quello piano, poni il cucchiaio vicino al coltello.
Davanti al piatto posiziona le posate da frutta: la forchetta prima, con il manico girato verso sinistra, poi il coltello con il manico girato verso destra e infine, se previsto, il cucchiaio da dessert col manico sempre girato verso destra.
Davanti al coltello ci saranno normalmente due bicchieri: a sinistra, uno grande per l’acqua, a destra, uno più piccolo per il vino.
Il tovagliolo va posto a sinistra del piatto, sotto la forchetta.

Per un’occasione formale
Se si prepara un pasto più elaborato o per le serate più formali, andranno aggiunti alcuni elementi.
Il piattino del pane, ad esempio non mancherà mai e il suo posto sarà in alto a sinistra, sopra la forchetta.
Quando si prevede di servire più di un tipo di vino, si aggiungerà un terzo bicchiere che andrà posizionato in modo da formare un triangolo con gli altri due.
A seconda del menu andranno inoltre aggiunte le posate, facendo però in modo che non siano mai troppe. In particolare se servi un primo piatto asciutto aggiungi in tavola una seconda forchetta e se il secondo è a base di pesce utilizza le posate apposite. Così anche se ci sono due secondi, uno di carne e uno di pesce, disponi le posate per la carne più vicine al piatto e quelle del pesce verso l’esterno.

Molto interessante.